Museo di Storia Naturale di Venezia

Museo di Storia Naturale di Venezia

LETTERE DI FORTUNATO LUIGI NACCARI (CHIOGGIA 1793 - PADOVA 1860) ZOOLOGO E BOTANICO. Presentazione del volume

Evento

Volume a cura di Gina Duse 

Sabato 27 gennaio 2018 ore 15
Venezia, Museo di Storia Naturale

Introduce
Luca Mizzan

Intervengono:
Gina Duse e Cinzio Gibin

Per partecipare alle conferenze è necessario ritirare il pass gratuito presso la biglietteria del Museo, a partire da un’ora prima dell’inizio e fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Il presente lavoro restituisce in tutta la sua pienezza la figura di Fortunato Luigi Naccari. Egli rappresenta il degno epilogo della scuola dei naturalisti chioggiotti, resa celebre da Giuseppe Olivi. Considerato un minore, Naccari ebbe un ruolo a tutto campo nel panorama scientifico dei primi decenni dell’Ottocento.

Diede un apprezzabile contributo nel campo della botanica –sua la Flora Veneta in sei volumi-, dell’ittiologia, dell’algologia; collaborò con le più importanti riviste scientifiche dell’epoca; fu al centro di scambi e transazioni di raccolte naturalistiche e di testi utili sia alla ricerca che allo sviluppo di gabinetti scientifici; divenne socio di molte Accademie.

Il palazzo di famiglia e il museo che dirigeva, allocato presso il Seminario Vescovile di Chioggia, divennero meta di scienziati e collezionisti provenienti da tutta Europa. Nel 1837 si trasferì a Padova con l’incarico di vice-bibliotecario della Biblioteca dell’Università patavina. In questa sede, pur chiudendo con la ricerca, continuò le relazioni con personaggi illustri che a lui si rivolgevano per esigenze culturali diverse.

Le lettere di Naccari, qui pubblicate, lasciano intuire il credito che in lui si riponeva come interlocutore nella pratica di ricerca e nella riflessione inerente ai criteri di classificazione. Tra gli elementi di interesse, emergente dall’analisi delle missive al naturalista veneziano Nicolò Contarini, la collaborazione offerta a Carlo Luciano Bonaparte nel reperimento di animali che saranno poi ritratti nell’Iconografia della Fauna italica e nella promozione dell’opera man mano che veniva edita.

Completano il volume foto di quanto si è potuto ritrovare di collezioni di conchiglie e di erbari appartenuti a Naccari e il reprint di pagine da cui emerge la fiducia nel miglioramento economico e sociale prodotto dall’applicazione delle conoscienze.

Scarica l locandina dell’evento (.pdf 492kb) >

_

Gina Duse. Laureata in Filosofia presso l’Università di Padova, è insegnante di Lettere. Risiede a Chioggia. Ha pubblicato articoli, saggi e monografie su temi e personaggi dell’Ottocento chioggiotto, tra cui: Girolamo Ravagnan, Angelo Gaetano Vianelli, Girolamo Fattorini, Aristide Naccari, Emilio Venturini, Angela Nardo. Ha contribuito all’inventariazione di fondi storici. Tra i recuperi, la trascrizione della commedia di Stefano Andrea Renier Gica Scarlatacci ossia l’impostura smascherata. Ha dedicato attenzione alla storia delle donne, proponendo in città un itinerario al femminile e presentando opere di autrici locali. Su Fortunato Luigi Naccari ha tenuto una conferenza presso l’Università Popolare di Cavarzere e ne ha parlato in un capitolo del volumetto Educazione sentimentale a Chioggia nella prima metà dell’Ottocento, Quaderno n.9 di “Chioggia. Rivista di studi e ricerche”, da lei interamente curato.