Museo di Storia Naturale di Venezia

Museo di Storia Naturale di Venezia

Esposizione

Sulle tracce della vita

Il percorso si svolge con la guida dei fossili, che costituiscono le tracce per comprendere la formazione e la storia della vita sulla terra, dalla comparsa dei primi organismi viventi visibili a occhio nudo (700 milioni di anni fa) a quella dell’uomo (Homo sapiens), 40 mila anni fa.

Alla ricerca dei dinosauri

La prima sala, di grande effetto scenico, è dedicata alla spedizione scientifica che Giancarlo Ligabue organizzò nel 1972-73, in collaborazione con il Professor Philippe Taquet dell’Istituto di Paleontologia del Museo di Storia Naturale di Parigi a Gadoufaoua, nel deserto del Tenerè (Niger). Gli scavi portarono  alla luce vari reperti di oltre 100 milioni d’anni fa tra cui lo scheletro quasi completo di un dinosauro di oltre 7 metri, Ouranosaurus nigeriensis, e il cranio del gigantesco coccodrillo Sarchosuchus imperator. Già allestita come unità espositiva a sé stante, diventa ora un portale d’accesso che introduce il visitatore al tema dei fossili.

Creature di pietra

Vengono qui affrontati alcuni argomenti tipici della Paleontologia, dalla formazione dei fossili alla loro interpretazione, partendo dall’immaginario collettivo passato e presente, fino ad arrivare alla definizione scientifica attuale, alle possibili eccezioni e curiosità. La complessità dei contenuti è mediata da apparati di comunicazione e dalla possibilità di sperimentazioni pratiche e interattive.

Il cammino della vita

Compreso il concetto e il ruolo dei fossili, è possibile “camminare nel tempo”, seguendo le loro tracce: un percorso cronologico che si snoda attraverso le sale mostrando esempi significativi di fossili, ricostruzioni di organismi e ambienti nei diversi periodi geologici. Gli icnofossili, cioè impronte fossili lasciate da diversi organismi nel corso dell’evoluzione, di cui il Museo possiede una ricca e originale collezione, accompagnano il visitatore lungo questo particolare viaggio, che inizia dalla comparsa della vita sulla Terra e arriva all’evoluzione dell’uomo. Una fascia attrezzata segue tutto il percorso scandendo il passare del tempo geologico, con una successione di testi e immagini che descrivono le variazioni della posizione geografica di oceani e continenti nel corso delle ere geologiche.