Museo di Storia Naturale di Venezia

Museo di Storia Naturale di Venezia

Progetti

Coleotteri alieni in Italia

Il problema della diffusione di organismi animali e vegetali al di fuori della propria area di distribuzione naturale ha assunto negli ultimi decenni un’importanza sempre crescente, per l’impatto delle specie aliene (dette anche alloctone o esotiche) sugli ecosistemi, con gravi ripercussioni sull’economia e sulla biodiversità locali.

Una buona parte degli organismi animali alieni introdotti in Italia è costituita da insetti, in particolare coleotteri. Molti di questi sono nocivi o potenzialmente dannosi all’agricoltura, alle attività forestali, ai moltissimi prodotti alimentari conservati, ai mobili, ai tessuti e ad altri manufatti. L’introduzione avviene via terra, via mare o per via aerea, assieme ai più svariati prodotti: cereali, spezie, frutta fresca e conservata, piante vive, tronchi d’albero e legno lavorato, pelli, tappeti, e numerosi altri. Tra i più recenti vettori che hanno introdotto specie aliene in Italia si segnalano souvenir come maschere di legno e oggetti in bambù, e piante ornamentali, compresi i bonsai.

L’introduzione nel nostro paese di specie aliene è in certi casi antichissima e risale verosimilmente ai primi trasporti di merci che si effettuavano in periodo preistorico e protostorico: in alcuni casi, addirittura, l’originale diffusione della specie e la sua condizione di specie nativa o aliena sono dubbi. Molti arrivi datano però all’epoca moderna, successivamente alla scoperta dell’America, e per lo più risalgono al periodo che va dall’Ottocento ai giorni nostri. Fortunatamente, solo una limitata percentuale delle specie aliene introdotte in Italia riesce ad acclimatarvisi.

Molte, infatti, soprattutto se provenienti da regioni tropicali, non sono in grado di adattarsi al nuovo ambiente e si estinguono in tempi più o meno brevi. Nel corso del ventennio compreso fra il 1986 e il 2006, almeno 27 specie aliene di Coleotteri si sono acclimatate in Italia e per diverse altre, di recentissima introduzione, si attende di verificare la stabilità delle popolazioni.

Nel corso di oltre 40 anni di ricerche condotte dal Museo di Storia Naturale di Venezia in ambienti portuali, ambienti urbani, magazzini, molini, ambienti disturbati o seminaturali, non solo di Venezia e del Veneto, è stata raccolta una considerevole massa di dati sull’introduzione in Italia di specie aliene di Coleotteri.

La ricerca sul campo e l’accumulo di dati inediti sono stati integrati dallo spoglio di oltre 1500 articoli scientifici, consentendo di compilare una lista sistematica ragionata di Coleotteri alieni, o presunti tali, introdotti in Italia, che annovera oltre 360 specie.

Consulta la lista completa >