Museo di Storia Naturale di Venezia

Museo di Storia Naturale di Venezia

Progetti

Atlante ornitologico del comune di Venezia

copertina_atlante_ornitologico_museo di storia naturale di venezia

Gli atlanti ornitologici urbani sono progetti ormai diffusi in molte città, grandi e piccole, del territorio nazionale. Lo scopo di censire l’avifauna urbana va oltre la semplice indicazione di presenza, nidificazione o svernamento; questi atlanti, infatti, possono fornire un importante supporto alla pianificazione cittadina e al monitoraggio delle modificazioni dell’avifauna, in conseguenza di fenomeni negativi, come l’incalzante urbanizzazione delle periferie, ma anche di eventi positivi, come la formazione di nuove aree verdi.

L’iniziativa è stata ideata dal Museo con la collaborazione dell’Associazione Faunisti Veneti, del Dipartimento di Scienze Ambientali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, dell’Osservatorio per la Laguna del Comune di Venezia, del Corpo della Polizia Provinciale di Venezia; i coordinatori sono stati Mauro Bon, ed Emanuele Stival.

Pur trattandosi di una ricerca sugli ambienti urbani, l’area di studio è stata allargata a tutto il territorio comunale. Si tratta quindi di un’area particolarmente vasta: il comune di Venezia si estende infatti su una superficie di 413 ettari, 253 dei quali occupati dalla laguna. Il reticolo cartografico, già adottato nella maggior parte degli atlanti ornitologici europei, è la proiezione cartografica UTM (Universale Trasversa di Mercatore), utilizzata soprattutto per la compatibilità con i sistemi cartografici internazionali. Su questa base, il territorio è stato suddiviso in unità geografiche di 1 km di lato che costituiscono le singole unità di rilevamento.

I dati sono stati raccolti dai ricercatori del Museo e da numerosi rilevatori volontari nel periodo 2008-2011, e integrati con quelli disponibili per gli anni 2006 e 2007. Sono state considerate la stagione riproduttiva e lo svernamento, periodi in cui le specie sono particolarmente legate al territorio e per i quali sono state fornite le maggiori indicazioni di conservazione e gestione.

Il progetto si è concluso con la pubblicazione del volume curato da Mauro Bon ed Emanuele Stival “Uccelli di laguna e di città. L’atlante ornitologico del comune di Venezia 2006-2011”, che raccoglie oltre 150 schede dedicate alle principali specie di uccelli nidificanti e svernanti.

Ogni scheda è corredata da un testo sintetico di riconoscimento e da uno più esteso in cui sono riportati e commentati i dati di interesse distributivo ed ecologico riferiti al territorio comunale. Non mancano una o due carte distributive relative alla stagione riproduttiva e/o all’inverno, i grafici con la distribuzione areale, un calendario che indica la fenologia delle singole specie nel territorio comunale.

Le cartografie, redatte dall’Osservatorio della Laguna e del territorio del Comune di Venezia, sono consultabili anche nel geoportale Atlante della Laguna http://www.silvenezia.it/?q=node/137

Il volume è inoltre impreziosito da oltre 750 foto a colori che illustrano l’avifauna e gli ambienti peculiari della città e dell’ambiente lagunare. Nel capitolo conclusivo del volume sono infine stati analizzati i dati nel loro complesso, tracciando un panorama qualitativo sull’avifauna nidificante e svernante, sul suo valore conservazionistico, sui processi evolutivi recenti, con alcuni elementi di valutazione del territorio. Una particolare attenzione è stata rivolta alla fauna urbana, contestualizzata nel panorama nazionale e internazionale dei numerosi casi studio già pubblicati.

Per saperne di più  visita il sito ufficiale dell’ Atlante ornitologico >