Museo di Storia Naturale di Venezia

Museo di Storia Naturale di Venezia

1717-2017, GIARDINO ED ERBARIO PATAROL

Evento

A Venezia una settimana fra nomi e immagini di piante

INAUGURAZIONE
sabato 29 aprile 2017, alle ore 16.00

VISITE GUIDATE AD ERBARIO E GIARDINO
Da domenica 30 aprile a venerdì 5 maggio 2017

Venezia, Hotel Boscolo

_

Fra il 1717 e il 1719 Lorenzo Patarol, facoltoso veneziano appassionato di botanica, realizzò il suo erbario raccogliendo oltre mille esemplari di piante alcune delle quali provenienti dal giardino dello splendido palazzo in cui viveva, nei pressi della Madonna dell’Orto.

A 300 anni di distanza un tomo di questa preziosa collezione, la più antica raccolta botanica conservata al Museo di Storia Naturale di Venezia, esce dai depositi e viene esposto al pubblico nel luogo dove venne realizzato, il palazzo Rizzo Patarol che è ora sede dell’Hotel Boscolo Venezia.

In occasione di questo anniversario Wigwam Club Giardini Storici Venezia, nell’ambito del progetto “Venezia è un Giardino” sostenuto dalla donazione di un socio danese, ha realizzato la cartellinatura delle piante più significative presenti nel giardino del palazzo.

Presenteranno questa iniziativa sabato 29 aprile alle ore 16.00 presso l’Hotel Boscolo:

  • Martina De Luca, direttrice del Boscolo Venezia
  • Mauro Bon, direttore del Museo di Storia Naturale di Venezia
  • Mariagrazia Dammicco, presidente del Wigwam Club Giardini Storici Venezia
  • Raffaella Trabucco, curatrice del Museo di Storia Naturale di Venezia
  • Anna Saccani e Marcello Santin, graphic e product designer, autori del progetto di cartellinatura.

L’incontro offrirà l’occasione per raccontare l’erbario Patarol e fare una passeggiata fra storia e scienza nel giardino, ridisegnato nell’Ottocento secondo la moda “romantica” in voga all’epoca, con la biologa Chiara Baradello e con la naturalista, docente e autrice Fabrizia Gianni.

Il tomo dello storico erbario Patarol resterà esposto al pubblico da sabato 29 aprile a venerdì 5 maggio nella Sala Foscarini del palazzo Rizzo Patarol e sarà accompagnato da un’esposizione fotografica di Francesca Saccani in cui si potranno ammirarne altre pagine e molti particolari.

La settimana sarà quindi un’occasione unica per la cittadinanza e per quanti, studiosi e appassionati del verde, ma anche associazioni e scolaresche, vorranno prenotarsi per ammirare l’Erbario oltre che visitare il giardino Patarol accompagnati dai volontari del Wigwam Club.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione fra Wigwam Club Giardini Storici Venezia, Fondazione Musei Civici di Venezia/Museo di Storia Naturale, Boscolo Venezia Hotel, coop.soc. Laguna Fiorita.

 

Prenotazione obbligatoria. Per prenotarsi contattare:

Wigwam Club Giardini Storici Venezia
giardini.storici.venezia@gmail.com
328.8416748 / 388.4593091

 

L’erbario di Lorenzo Patarol

L’erbario di Lorenzo Patarol contiene oltre 1.000 esemplari di fanerogame e crittogame prevalentemente locali, databili tra il 1717 e il 1719, sia raccolti personalmente sia pervenuti da colleghi e amici botanici.

È suddiviso in tre volumi rilegati in pelle con impressioni in oro e fu preparato dall’autore “ad commodum et ad jocunditatem”, cioè sia per avere materiale di consultazione sia per dilettare l’animo sfogliando la raccolta come un libro di memorie.

Le piante, disposte in modo da conservare il naturale portamento, talvolta accompagnate da farfalle e libellule a scopo decorativo, sono collocate senza criterio sistematico, forse in ordine di raccolta; sono incollate sui fogli e munite di cartellino con identificazione sistematica di genere e specie, in alcuni casi anche con il nome volgare.